-

Territorio > Modica

Modica, come altri centri storici del Val di Noto, deve la sua particolare configurazione urbana alla non comune conformazione del territorio combinata ai vari fenomeni di antropizzazione. Molte abitazioni della parte vecchia della città, addossate le une sulle altre, sono spesso l'estensione delle antiche grotte, abitate fin dall'epoca preistorica. Sono state censite circa 700 grotte che una volta erano abitate, o comunque adibite a qualche uso, fra quelle visibili e quelle "inglobate" in nuove costruzioni.Duomo di San Giorgio. Modica.

Il tessuto urbano, adagiato sui fianchi delle due vallate e sui pianori delle colline sovrastanti, è un intrigo di casette, viuzze e lunghe scale, che non possono non ricordare l'impianto medievale del centro storico, tutto avviluppato intorno allo sperone della collina del Pizzo, sul quale poggiava inaccessibile il Castello.

Le chiese solitamente non si affacciano su piazze, ma su imponenti e scenografiche scalinate modellate sui declivi delle colline. Lo stile prevalente dei monumenti è quello comunemente identificato come tardo-barocco, ma più specificatamente, per quel che riguarda Modica, dobbiamo parlare del Barocco Siciliano della Sicilia sud orientale, elemento che ha permesso l'inserimento della città tra i Patrimonio dell'Umanità nella lista dell'heritage dell'UNESCO.

Campagna modicanaScorcio caratteristico di una via a ModicaCioccolata modicana
CAMBIOCAVALLO - unesco area & resort | c.da Zimmardo Km 5 provinciale Modica-Pozzallo
Tel 0932.779118 - Cell 334.7091959 - Fax 0932.779549 | p.iva 01412490896 | info@cambiocavallo.it